chef Cristoph Bob

Cristoph Bob

Cristoph  Bob

Prendi uno chef tedesco di buona esperienza e mettilo in Costiera Amalfitana, in quel “paradiso” del Monastero Santa Rosa. Il risultato è un mix d’organizzazione germanica, qualità mediterranea e bellezza all’ennesima potenza, la sintesi dell’armonia tra gli elementi.

Cristoph Bob, 5 anni braccio destro di Heinz Beck a La Pergola e un lungo periodo alla guida del Relais Blu di Massa Lubrense, in penisola Sorrentina, è uno chef innamorato del Mezzogiorno – «la vera cucina italiana è qui», sostiene Bob – sposato guarda caso con una donna campana. Per amore o per mestiere, il più “salernitano” tra gli chef tedeschi vede nel suo territorio una riserva eccezionale di varietà: la colatura d’alici di Cetara, i limoni Sfusati Amalfitani, il fiordilatte di Agerola, le zucchine, i pomodori, i vini “eroici”, ma anche le noci della vicinissima Sorrento.

«E la stagionalità degli ingredienti è anche economica ed efficiente», sottolinea il rigoroso cuoco. La sua cucina d’ispirazione mediterranea reinventata, misurata ed elegante, attinge a piene mani dalla regione e dalla stagione, e in parte dall’orto del Monastero